Roma, Grassi (RsR): nostro tavolo per capitale lavora da 3 anni

Sis

Roma, 12 set. (askanews) - "Il movimento civico Roma Sceglie Roma da oltre tre anni è a lavoro con un tavolo di illustri giuristi per consentire alla Capitale di essere dotata di poteri speciali che le consentano di competere con le grandi metropoli europee, facendo ripartire il lavoro in una città in piena crisi economica". A sostenerlo è Raimondo Grassi, presidente di Roma Sceglie Roma. "Apprezziamo quindi l'apertura del premier Conte e della sindaca Raggi che finalmente si rendono conto che così com'è la Capitale non può più essere governata e rilanciata. Il tavolo che abbiamo avviato in questi anni di lavoro è composto da costituzionalisti, amministrativisti ed economisti di grande fama come Beniamino Caravita, Pierluigi Ciocca, Franco Gallo e Filippo Satta. Insieme a loro, grazie anche al contributo di tanti cittadini interessati come noi al futuro di questa città, stiamo mettendo a punto un decreto legge speciale e una serie di altri strumenti legislativi che riconoscano a Roma maggiori competenze nel campo dell'urbanistica e dell'edilizia pubblica, dei trasporti, delle infrastrutture, del turismo. Strumenti che consentano soprattutto di agire in maniera efficace riducendo i tempi della burocrazia autorizzativa", spiega Grassi. "Ciò che urge per Roma - prosegue il presidente di Roma Sceglie Roma - è che il sindaco e la sua giunta siano messi nelle condizioni di poter decidere ed incidere con maggiore peso e con maggiore rapidità sulle scelte relative alla realizzazione delle infrastrutture e di tutti i servizi necessari al miglioramento della città. Attenzione però che non si perda di vista l'importanza di questi decreti che devono servire a far ripartire un volano economico attraverso un piano di sviluppo di opere infrastrutturali necessarie al miglioramento di Roma che possono essere realizzate in partenariato con aziende private anche estere, che oggi fuggono da Roma ma che dobbiamo riportare ad avere fiducia nel sistema Roma invogliandole ad investire sul nostro territorio". "Roma Sceglie Roma è convinta che questa Legge Speciale possa portare alla creazione di circa 200mila posti di lavoro per i nostri giovani e un indotto che può arrivare quasi ad un punto di Pil in campo nazionale. Questi decreti legge renderebbero Roma maggiormente affidabile agli investitori favorendo quell'economia circolare utile e necessaria per risanare il bilancio del Campidoglio e soprattutto per far sì che si creino le risorse necessarie alla manutenzione e al decoro della città. Oggi Roma ha un'economia stagnante e in grande regressione perché manca di un piano di sviluppo capace di disegnare la Capitale dei prossimi vent'anni", conclude Grassi.