Roma, Gualtieri: "Candidato FdI con tatuaggio Dux, Michetti come fa le liste?"

·1 minuto per la lettura

"Dopo la no vax con posizioni antisemite e i militanti di Casapound, oggi spunta il candidato di FdI a sostegno di Michetti che ha tatuato sul braccio Benito Mussolini con la scritta DVX e sul petto un’aquila con fascio littorio". Lo scrive su Facebook il candidato sindaco del centrosinistra a Roma, Roberto Gualtieri, postando un articolo su Milo Mancini, candidato con Fdi a sostegno di Enrico Michetti, corredato di foto che mostrano i tatuaggi con la scritta Dux e il fascio littorio. "Michetti, anziché scappare dai vari confronti, potrebbe spiegare con che criterio sono state fatte queste liste? Lo sa che Roma è medaglia d’oro al Valor Militare per la Resistenza e che fu esempio di eroismo per tutte le altre città occupate? Noi rispediremo al mittente questo rigurgito fascista. A Roma non può esserci spazio per una destra estrema che ha il culto dei dittatori e dei nazisti".

"Possono e devono esserci visioni politiche diverse, ma quello che non è ammissibile è che ci siano posizioni in aperto contrasto con la scienza, la storia, con i nostri valori nazionali sanciti dalla Costituzione. Noi siamo antifascisti e difenderemo Roma dall’assalto di questi nuovi fascisti, proprio come hanno fatto i nostri nonni".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli