Roma, i funerali di Stato del Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli - FOTO

Ultimo saluto a David Sassoli, il presidente del Parlamento Ue morto nei giorni scorsi. Venerdì 14 gennaio a Roma, nella chiesa di Santa Maria degli Angeli, si sono svolti i funerali di Stato: presenti le più alte cariche dello Stato e i presidenti della Commissione e del Consiglio Ue von der Leyen e Michel.

Con una bandiera europea posata sopra, il feretro è stato accompagnato da sei carabinieri in alta uniforme all'interno della basilica. A Sassoli sono stati tributati gli onori militari con tre squilli di tromba.

Alla cerimonia hanno partecipato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e il presidente del Consiglio, Mario Draghi. Entrato nella basilica, Draghi ha stretto la mano al premier spagnolo Pedro Sanchez, giunto poco prima di lui, e poi ha salutato i vertici delle istituzioni europee, la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, e il presidente del Consiglio Ue Charles Michel.

GUARDA ANCHE - Chi era David Sassoli?

Luciana Lamorgese, Luigi Di Maio e Renato Brunetta sono stati tra i primi ministri a raggiungere la basilica. Fra i circa 300 partecipanti figuravano anche il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, il segretario del Pd Enrico Letta, il senatore a vita Mario Monti, Gianni Letta, e la delegazione del Parlamento europeo. 

All'esterno della basilica era radunata una folla di giornalisti, operatori tv e fotografi. Allestito un maxischermo, per seguire in diretta la cerimonia, celebrata officiata dall'arcivescovo di Bologna Cardinale Matteo Zuppi e concelebrata dall'Arcivescovo di Firenze Cardinale Giuseppe Betori, dal Vicario generale per la diocesi di Roma Cardinale Angelo De Donatis, dal Segretario per i Rapporti con gli Stati Paul Gallagher, da Mons. Massimiliano Boiardi e da Padre Francesco Occhetta.

"Tanti lo consideravano uno di noi per quell'aria empatica, un po' per tutti era un compagno di classe, quello che tutti avremmo desiderato, che sicuramente ci avrebbe aiutato", ha detto, nella sua omelia, il cardinale e arcivescovo di Bologna Matteo Zuppi, amico sin dai tempi del liceo dello scomparso presidente del Parlamento europeo.

Commovente l'addio dei figli di Sassoli, che hanno affermato: "Papà ci hai insegnato ad amare e a combatte le ingiustizie, buona strada".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli