Roma, impicca cane a un albero: "era troppo feroce". Denunciato

Cro-Mpd

Roma, 22 giu. (askanews) - "Una storia di inaudita crudelt e violenza si consumata nella Capitale il 19 giugno. Ancora una volta a pagare le conseguenze stato un cane accusato dai responsabili dell'atroce gesto di essere "feroce e ingestibile". L'animale stato impiccato ad un albero a sei metri di altezza da uomo originario di Oristano in un parco di Roma nel quartiere di San Basilio. Un agente della polizia penitenziaria, notando la scena, intervenuto ed stato minacciato dal balordo con una motosega. L'uomo poi fuggito in auto, mentre due donne complici avrebbero cercato di impedire di far prendere il numero di targa. Rintracciato, stato denunciato per uccisione di animali, resistenza e minacce a pubblico ufficiale. Le due donne, invece, per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale e favoreggiamento. La sega e la corda sono state sequestrate dalla polizia scientifica". E' quanto riferisce in una nota l'Enpa- Ente Protezioni animali, che annuncia di volersi costituire parte civile. "L'Ente Nazionale Protezione Animali non pu rimanere a guardare mentre si consumano queste violenze e torture nei confronti degli animali - spiega l'organizzazione - per questo ci stiamo muovendo con il nostro ufficio legale e ci costituiremo parte civile. Il responsabile deve pagare, confidiamo nella giustizia".

(Segue)