Roma, incendio ponte Ferro: in giaciglio sequestrato pentole e sedie

·1 minuto per la lettura

Il nastro dei carabinieri, che nella notte hanno messo sotto sequestro il giaciglio di fortuna sotto al ponte di ferro andato a fuoco, delimita una piccola area immediatamente sopra al fiume e sotto a ripide scale abbandonate da tempo all’incuria. Qui, dove le tubature di corrente elettrica che servono ben 14 cabine si sono afflosciate come corde al calore delle fiamme, ci sono pentole, sedie, una boccia piena d’acqua incredibilmente scampata al rogo, un frigo dei gelati insieme a stendini, scarpe e vecchie reti. Quel che resta dell’ennesimo accampamento abusivo ai margini del Tevere, dove forse qualcuno potrebbe aver acceso un fornelletto per cucinare o magari per scaldarsi. (di Silvia Mancinelli)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli