Roma, intervento chirurgico per Papa Francesco: le condizioni

·3 minuto per la lettura

Papa Francesco si trova ricoverato al Gemelli di Roma dove è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Secondo le prime informazioni diramate dalla Sala Stampa vaticana, il Pontefice ha risposto bene all'operazione durata diverse ore in anestesia generale. Papa Bergoglio, che compirà 85 anni a dicembre, era arrivato al policlinico poco dopo le 15 di domenica 4 luglio. 

LEGGI ANCHE: Papa Francesco operato: il nuovo bollettino medico

Si è trattato di un intervento programmato per una stenosi diverticolare sintomatica del colon (un’occlusione dovuta a diverticoli infiammati che vanno rimossi). L'operazione è cominciata nel tardo pomeriggio di domenica, ed è stata eseguita dal professor Sergio Alfieri, direttore dell’Unità operativa di chirurgia digestiva. 

L'intervento consentirà al Pontefice di risolvere i problemi all'intestino di cui soffre da tempo. Sono causa di continui spasmi e dolori. Francesco, come apprende l'Ansa da fonti dell'ospedale, resterà al Gemelli per almeno 5 giorni.

Il Papa si è recato al policlinico a bordo di una utilitaria, priva di particolari segni di riconoscimento e senza scorta. Con Bergoglio c’era un ridottissimo seguito: solo l’autista e uno stretto collaboratore.

GUARDA ANCHE - Papa Francesco taglia lo stipendio ai cardinali

Già dalla mattinata al policlinico si poteva notare una mobilitazione generale per organizzare al meglio la struttura in attesa dell’arrivo di Papa Francesco.

Poche ore prima del ricovero, il Papa aveva presenziato l’Angelus in piazza San Pietro nel corso del quale aveva anche annunciato il viaggio apostolico a settembre in Ungheria e Slovacchia. Il 12 settembre farà tappa a Budapest per la messa conclusiva del cinquantaduesimo Congresso eucaristico internazionale.

Cos’è la stenosi del colon

"I diverticoli del colon sono delle estroflessioni del colon che possono passare inosservate senza provocare disturbi al paziente, a volte, però, possono procurare complicanze - ha spiegato al Corriere il dottor Renzo Schalling, Dirigente medico di primo livello dell’Endoscopia dell’ospedale di Vimercate - Una di queste è che le infiammazioni possono diventare come una sorta di cicatrici sul colon, che portano a restringimenti del colon che sono appunto le stenosi interne. Questi restringimenti possono dar luogo a disturbi, per cui si parla di una malattia diverticolare complicata da dolori, alterazioni della regolarità intestinale o altro".

GUARDA ANCHE - Mihajlovic: "Papa Francesco? Ha detto che dovrei diventare santo"

Che tipo di intervento ha subito Papa Francesco? "Viene fatto fuori dall’evento acuto, cioè una volta terminati infiammazione, perforazione, sanguinamento eventuali ed è un intervento programmato - ha fatto sapere l'esperto - Si tratta di tagliar via quel pezzo di intestino interessato dalla stenosi".

"Di per sé è un’operazione assolutamente tranquilla: superati pochissimi giorni, il paziente torna alla sua vita abituale", ha precisato il professore. 

In passato, i medici del Gemelli hanno dovuto operare diversi pontefici: a papa Giovanni Paolo II, ad esempio, nel 1992 fu rimosso un tumore benigno al colon. E proprio nelle stanze al decimo piano che ospitarono Wojtyla è stato oggi sistemato papa Francesco.

LEGGI ANCHE: Sassoli: "Migliori auguri di pronta guarigione al Pontefice"

Il messaggio di Mattarella

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha rivolto un messaggio a Papa Francesco: "Santità, atterrato a Parigi per la Visita di Stato che mi accingo a iniziare nella vicina e amica Francia, ho appreso del suo ricovero al Policlinico Gemelli. L'affettuoso pensiero degli italiani tutti, di cui mi faccio interprete unendovi il mio personale, accompagna in queste ore Vostra Santità, unitamente ai più cordiali auguri di buona convalescenza e ancor migliore e pronta guarigione".

L'asportazione del polmone a 21 anni

La salute del Papa è sempre stata buona. Anche se Bergoglio subì l'asportazione di parte del polmone destro a 21 anni: cosa accadde, lo spiega il libro-biografia Il gesuita, scritto da Francesca Ambrogetti e Sergio Rubin. Dopo giorni di febbre e dolori, gli venne diagnosticata una polmonite grave. La malattia venne tenuta sotto controllo ma si svilupparono tre cisti e, dopo qualche tempo, il futuro pontefice fu sottoposto a un'operazione per asportargli la parte superiore del polmone destro (lobectomia).

GUARDA ANCHE - "Papa Francesco ha reagito bene"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli