Roma, la camera ardente del carabiniere ucciso: presente la moglie

camera ardente

I funerali del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega saranno celebrati a Somma Vesuviana, nella Chiesa di Santa Croce, proprio dove, un mese e mezzo prima -il 13 giugno 2019- si era unito in matrimonio con la sua Rosa Maria. I due si erano poi trasferiti a Roma dopo tanti (e grandi) sacrifici. Il militare è stato ucciso lo scorso 26 luglio 2019 da due ragazzi americani che gli hanno inflitto otto coltellate mortali. La camera ardente resterà oggi, 28 luglio 2019, aperta fino alle 20:30.

Roma, la camera ardente del carabiniere ucciso

La folla si è tutta radunata in Piazza del Monte di Pietà: un ultimo saluto, un ultimo applauso per il vicebrigadiere Mario Cerciello Rega i cui funerali si svolgeranno domani intorno alle 12:00: parteciperanno al rito il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio e il presidente della Camera, Roberto Fico. Nel pomeriggio, intorno alle 15:30, è comparsa la moglie del carabiniere ucciso, Rosa Maria, che ha accompagnato il feretro.

Immagini e momenti impregnati di dolore. La coppia si era unita in matrimonio un mese e mezzo prima, a giugno del corrente anno 2019. Nella giornata di oggi la camera ardente resterà aperta fino alle 20:30. Conoscenti e sconosciuti si sono intanto tutti radunati in piazza del Monte di Pietà per salutare il vicebrigadiere Mario Cerciello Rega per l’ultima volta. Neanche il temporale che oggi ha bagnato Roma ha potuto impedire alla folla di restare unita in segno di rispetto nei confronti del vicebrigadiere. Tra fiori, applausi e ancora tanta incredulità, si aspettano solo i funerali che verranno celebrati nella giornata di lunedì 29 luglio 2019 a Somma Vesuviana.