Roma, la Polizia ha arrestato 8 persone nella giornata di ieri

Cro/Ska
·3 minuto per la lettura

Roma, 23 lug. (askanews) - Anche nella giornata di ieri stata immediata la risposta al crimine da parte della Polizia di Stato attraverso i suoi servizi di controllo e prevenzione svolti dai commissariati e dal personale delle volanti, 8 gli arresti eseguiti nelle ultime 24 ore. Il primo arresto stato eseguito da un equipaggio della Sezione Volanti in via Brugnato dove, a seguito di un posto di controllo, hanno bloccato una autovettura Lancia Y che non si era fermata all'alt. A bordo del mezzo i poliziotti hanno identificato Y.A., romano di 33 anni, sottoposto agli arresti domiciliari. Y.A. stato quindi arrestato per evasione. Mentre, durante la notte, in via dei Furi, nel quartiere Tuscolano, durante il controllo del territorio, personale delle volanti, transitando nella via, ha notato all'interno di una lavanderia delle persone le quali, alla vista della macchina della Polizia, sono scappate. Gli agenti, con l'ausilio di altri equipaggi sono riusciti a circoscrivere la zona al fine di evitare ogni via di fuga ai fuggitivi e poco dopo li hanno bloccati con la refurtiva ed uno zainetto dove, all'interno, stato trovato materiale per il taglio di lamiere e altri arnesi atti allo scasso. I due, M.M. e P.V., entrambi cittadini albanesi di 25 e 19 anni, sono stati arrestati per furto aggravato ma anche per danneggiamento. Durante il tentativo di fuga infatti, hanno danneggiato il cofano di un'autovettura parcheggiata. Presso un supermercato di via Teresa De Gubernatis Mannucci, invece, gli equipaggi delle volanti e del commissariato Torpignattara, hanno arrestato madre e figlio, peruviani di 44 e 20 anni, per furto aggravato. La 'coppia' all'interno dell'esercizio commerciale, dopo aver tolto le targhette antitaccheggio da alcune bottiglie di prodotti alcolici, le ha nascoste all'interno di una borsa per poi presentarsi alle casse pagando una semplice confezione d'acqua. Stesso 'modus operandi' anche in un supermercato di via Pisino poco dopo le 14.00, nel quartiere di Torpignattara, dove un 39enne romeno, dopo essere stato fermato da un vigilante mentre, con alcune bottiglie nascoste sotto la t-shirt, cercava di uscire dal negozio, aggrediva la guardia privata. Tempestivo l'intervento dei poliziotti che hanno bloccato l'uomo, dopo essere stati a loro volta aggrediti dallo stesso arrestandolo per rapina impropria, resistenza e minaccia a Pubblico Ufficiale. Simile episodio in un supermercato di Piazza dell'Indipendenza dove, gli equipaggi dei commissariati Viminale e Colombo, hanno arrestato per rapina e resistenza a Pubblico Ufficiale un nigeriano di 21 anni il quale, dopo aver rubato della merce all'interno del negozio, ed essere stato scoperto, ha aggredito il personale ed ha cercato di fuggire. Successivamente ha aggredito anche il personale della Polizia di Stato intervenuto sul posto. Infine, in via di Boccea, , P.F. romano di 33 anni, fermato per un controllo, ha iniziato a dare in escandescenza arrivando ad aggredire gli agenti i quali, una volta bloccato, e dopo averlo calmato con l'ausilio di personale medico, lo hanno arrestato per resistenza e lesioni a pubblico Ufficiale.