Roma-Latina, Lega Lazio: Zingaretti indeciso a causa del M5S?

Bet

Roma, 3 ott. (askanews) - "L'indecisione di Nicola Zingaretti è davvero allarmante sulla Roma-Latina e sulla bretella Cisterna-Valmontone, il quale si sciacqua la bocca sugli investimenti ma la butta in caciara quando deve dare seguito alle proprie funzioni da presidente di Regione". Così in una nota congiunta il capogruppo della Lega regionale Orlando Tripodi e il coordinatore provinciale pontino del partito Silviano Di Pinto, a sostegno degli appelli di Ance e Unindustria Latina. "Tra un anno scadono i vincoli per gli espropri, il Consiglio di Stato ha invitato a riscrivere la lettera di invito alla stazione appaltante Autostrade del Lazio, società mista fra Anas e Regione Lazio, ma lui ha optato per la soluzione in house - aggiungono - in più il tavolo al Mit non ha portato una soluzione entro i trenta giorni, come ha assicurato Zingaretti, e i 468 milioni di euro del Cipe sono legati all'attuale progetto di finanza sui totali 2,728 miliardi di euro. Si tratta di un'opera che collegherebbe il territorio al resto d'Italia, il cui investimento genererebbe 40mila posti di lavoro nella fase della costruzione e 13mila lavoratori diretti in più ad opera ultimata. Ora Zingaretti non ha più scusanti: il vicesegretario del Pd Paola De Micheli è il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti! Oppure Zingaretti tiene di più all'alleanza con i 5 Stelle?", chiedono Tripodi e Di Pinto.