Roma, Lavoratori Multiservizi: taglio 30% paghe, in piazza il 25

Sis

Roma, 15 ott. (askanews) - "Oggi abbiamo avuto la sorpresa di ricevere una busta paga con un taglio dello stipendio del 30%, senza alcuna ragione valida. Rimaniamo amareggiati per quanto successo, perché e' gravissimo togliere il pane di bocca a migliaia di lavoratori che guadagnano mediatamente dai 300 agli 800 euro". Lo scrivono in una nota i lavoratori della Società Multiservizi Srl. "La maggior parte degli operai della Roma Multiservizi ha contratti di 9-10 mesi, quindi aveva preso l'ultimo stipendio nel mese di luglio. Non vi è logica in tutto questo, hanno sparato nel mucchio colpendo la parte debole. Siamo preoccupati per il salario, per l'occupazione, abbiamo paura di perdere il posto di lavoro e non pensavamo mai che potesse succedere quanto si è verificato oggi", aggiungono. "E' una vergogna. Noi che colpa abbiamo da espiare? Perché dobbiamo rimetterci noi ? E' responsabilità togliere i soldi a persone che ne hanno bisogno e che si alzano alle 5 di mattina per guadagnare il pane? E' un provvedimento immotivato ,ingiusto, assurdo . Quale sarà il nostro futuro? Tra di noi vi sono situazioni di disagio, persone che saranno costrette a chiedere aiuto per i pagamenti di mutui, bollette, che non possono essere pagati al 70%, ma al 100%. Chiediamo quindi lo sblocco immediato dei pagamenti. Il 25 ottobre scenderemo in piazza insieme a tutti gli altri lavoratori delle società partecipate di Roma Capitale", concludono.