Roma-Lazio, il Derby più sentito degli ultimi anni: Correa dal 1', Florenzi avanzato

Le due squadre respirano l'aria dell'alta classifica ed in palio potrebbe non esserci solo l'Europa: Fonseca studia qualche variazione.

Il Derby più sentito degli ultimi anni in città è sicuramente quello di oggi. Sia perché la classifica impone a Roma e Lazio grandi ambizioni (i biancocelesti addirittura vogliono cercare di sorpassare anche l'Inter sfruttando la partita in meno), sia perché le recenti schermaglie dopo l'infortunio di Zaniolo (con striscioni e cori di cattivo gusto) hanno inasprito le due tifoserie.

La Lazio arriva in Serie A da undici successi consecutivi, che ne fanno una delle squadre più in forma del campionato, se non la più in forma in assoluto. Però in settimana è arrivata l'eliminazione dalla Coppa Italia ai danni del Napoli, che dovrà subito essere riscattata.

La Roma, al contrario, non vive per niente un buon periodo di forma e la sonora sconfitta in Coppa Italia contro la Juventus ha inevitabilmente lasciato strascichi. Questo Derby potrebbe essere l'occasione giusta per cercare la scintilla che possa far tornare entusiasmo e gioco alla Roma.

Paulo Fonseca potrebbe operare qualche cambio di formazione in vista della sfida delle 18. Florenzi potrebbe giocare infatti in posizione avanzata al posto di Kluivert, con il ballottaggio in difesa tra Santon e Spinazzola.

Under conferma invece la maglia da titolare dopo due buone prestazioni e con Lorenzo Pellegrini accompagna Edin Dzeko in attacco.

Simone Inzaghi dal canto suo ritrova Correa dal primo minuto, anche se l'argentino non può essere aòl 100%. Per il resto la Lazio schiera la formazione piena zeppa di titolarissimi, tutti protagonisti in questi undici successi consecutivi.

ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Santon, Mancini, Smalling, Kolarov; Veretout, Cristante; Under, Lo. Pellegrini, Florenzi; Dzeko.

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Immobile, Correa.