Roma, Lemmetti: costo Tesoreria sale a 2,5mln se no gare -2

Sis

Roma, 16 gen. (askanews) - "All'esposizione dei fatti dell'assessore Lemmetti siamo rimasti un po' sorpresi - ha sostenuto il capogruppo del Pd Gianni Lemmetti -: immaginare che non ci sia appetibilità di mercato rispetto alla gestione della tesoreria del Comune di Roma lascia sconcertati. Anche su progetti come quelli della rigenerazione urbana abbiamo come partner Enti come Poste e Cdp che potrebbero intervenire, altrimenti anche in questo ambito dovremmo applicare condizioni di mercato. Quando costringono Roma a spendere più soldi, aggravando il debito sulle spalle dei cittadini, non va bene. E su questo mi muoverò da domani mattina con vari atti perché grida vendetta". Lemmetti ha "raccolto positivamente la dichiarazione del Pd. Nella legge di bilancio si obbligava a un ruolo Poste, ma non c'è stata volontà legislativa. Per noi è una battaglia da fare nei confronto di tutti gli 8mila comuni che hanno difficoltà a acquisire un servizio obbligatorio dello Stato come quello della tesoreria, perché a fronte dell'obbligo di rivolgersi al mercato si deve sottostare a soggetti che poi non partecipano alle gare".