Roma, Lemmetti: ristori Governo non sufficienti per Capitale

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 26 gen. (askanews) - I decreti "Ristori" messi in campo dal Governo Conte per affrontare la crisi post-pandemica "non sono stati sufficienti nel 2020 e il Comune di Roma ha dovuto impiegare risorse personali". 'assessore capitolino al commercio Gianni Lemmetti presentando in Aula la proposta TC732917/2020 recante l'Approvazione della Nota di Aggiornamento al Documento Unico di Programmazione 2021-2023. "Tenendo conto che si sono mantenuti i servizi e l'impegno sui servizi erogati dall'amministrazione nel momento in cui tante entrate sono venute meno - ha sottolineato Lemmetti -, e che i ristori non sono stati sufficienti nel 2020 e che quindi il Comune di Roma ha dovuto impiegare risorse personali ai fini del raggiungimento degli obiettivi, la stessa attività di programmazione e, quindi di analisi attenta di quelle che saranno le entrate e l'uso della spesa, sarà fatta anche nell'annualità 2021 e anche negli anni successivi, considerando che gli obiettivi operativi fino al 2023 sono già stati delineati da questa amministrazione".