Roma, M5S ancora contrario a sedute in Aula. Marted 30 si vota

Sis

Roma, 24 giu. (askanews) - Una mediazione tra i capigruppo, per riportare almeno due delle tre sedute dell'Assemblea capitolina, prevista per la prossima settimana, in Campidoglio. Sedute di rilievo, considerato che in testa all'Odg figurano le tre delibere proposte dalla maggioranza relative al Rendiconto di Roma Capitale, all'Occupazione di suolo pubblico per sostenere negozi e ristoranti nel post-Covid, e alla variazione di Bilancio che ha ricevuto gi oggi il parere positivo della commissione di merito. Solo a seguire stato inserito l'Ordine del giorno residuo della scorsa settimana, con la maggior parte dei provvedimenti a prima firma dell'opposizione. Eppure non bastato al gruppo capitolino del M5S, insieme alla moral suasion del presidente pentastellato Marcello De Vito, per tornare in Aula come proposto dalla maggioranza dei gruppi capitolini. La maggioranza a Cinque stelle, infatti, ha bocciato la proposta di Odg di mediazione consegnando al presidente De Vito la responsabilit della convocazione, e all'Assemblea che si riunir online marted quella di approvare a maggioranza il prosieguo dei lavori. Al momento l'Assemblea capitolina risulta convocata anche in presenza in Aula Giulio Cesare per mercoled 1 e gioved 2 luglio, ma sullo svolgimento dei lavori pesa l'incognita del voto di marted. Il presidente De Vito, come annunciato in un post su Fb che ha preceduto la riunione, ha consultato gli uffici capitolini sulla possibilit di svolgere le sedute in parte in presenza in parte in collegamento, come suggerito da parte del suo schieramento. Ha ricevuto, per, un primo riscontro negativo relativo all'opportunit, alla fattibilit, e alla legittimit ai sensi dei regolamenti di Roma Capitale, cui seguiranno ulteriori approfondimenti. Resta, tuttavia, ai sensi del decreto Covid 18/2020, il termine del 30 giugno per l'approvazione del Rendiconto di gestione 2019.