Roma, M5S spinge delibera in votazione ma non ha numero legale

Sis

Roma, 16 ott. (askanews) - Riaperta la seduta dell'Assemblea Capitolina alle 23.10 circa, dopo che la Commissione congiunta non è venuta a capo per la terza volta del parere sulla delibera per la Liquidazione della partecipata capitolina Roma Metropolitane. Alla ripresa dei lavori, non essendoci l'unanimità sull'ordine dei lavori chiesto dal M5S che prevede la votazione della delibera, la decisione sull'Odg è stata messa al voto.

"Non abbiamo avuto adeguate spiegazioni dalla maggioranza sul rischio che ci assumiamo - ha dichiarato la consigliera del Pd Valeria Baglio - e sull'impatto delle nostre decisioni sulla città e sui servizi. Il capogruppo M5S Pacetti ci aveva promesso la presenza della sindaca e di tutta la Giunta, ma mi sembra che il presidio sia minimo - ha attaccato -. E' una vergogna. Sareste voi della maggioranza a dover lasciare i banchi per manifesta incapacità. Abbiamo chiesto se prima di votare potessimo consultare una valutazione del rischio che ci assumiamo, ma non abbiamo avuto nulla di tutto questo. Chiudo ribadendo il vostro voto negativo e soprattutto denuncio le modalità in cui questa maggioranza arrogante presenta gli atti a noi e alla città".

A questo punto si è andati al voto ma il M5S ha potuto contare solo su 23 voti. L'Assemblea, così, è risultata non in numero legale e tra le esultanze delle opposizioni la seduta è stata aggiornata tra 20 minuti".