Roma, manifestazione dei sindacati per combattere i fascismi: la diretta

·3 minuto per la lettura
maurizio landini
maurizio landini

Tantissime sono le persone scese in piazza a Roma per opporsi a tutte le tipologie di fascismi. La scelta di manifestare è arrivata dopo l’attacco alla sede della Cgil durante una manifestazione contro l’introduzione del green pass obbligatorio per dipendenti pubblici e privati. La parola è passata a Maurizio Landini della Cigl che ha condannato senza mezzi termini quanto avvenuto nelle ultime settimane. Presenti in piazza anche Giuseppe Conte, ex presidente del Consiglio, il ministro Luigi Di Maio così come altri esponenti politici locali del Pd.

Manifestazione dei sindacati a Roma, la diretta

In piazza San Giovanni ci sarebbero oltre 50mila persone vicine ai sindacati confederali, in 10mila sarebbero invece partiti in corteo dall’Esquilino. Centinaia i pullman organizzati da tutta l’Italia, 10 treni speciali e diversi voli provenienti dalle isole, così come chi si è organizzato con i mezzi propri per raggiungere la città di Roma e partecipare alla manifestazione. Sono presenti a Roma Maurizio Landini (Cgil), Luigi Sbarra (Cisl) e Pierpaolo Bombardieri (Uil).

Manifestazione dei sindacati a Roma, il commento di Luigi Sbarra (Cisl)

A prendere la parola è stato Luigi Sbarra che ha commentato dal palco di piazza San Giovanni. “Una giornata importante per una risposta forte, unitaria contro fascismi, estremismi, derive antidemocratiche. Portiamo in piazza le ragioni del lavoro, della partecipazione, valori fondanti della nostra democrazia e della nostra Repubblica. Il mondo del lavoro sarà come sempre un argine“, ha dichiarato ai presenti il segretario della Cisl.

Manifestazione dei sindacati a Roma, il commento di un’infermiera dell’Umberto I

Ha preso la parola anche Silvia Iafisco, una delle donne che ha visto con i propri occhi quanto accaduto nell’ospedale Umberto I a Roma. “Durante i periodi difficili siamo stati ben presenti tra le corsie del nostro ospedale, abbiamo messo a repentaglio la nostra vita e quella dei presenti. Vergognatevi per aver aggredito chi ha sempre continuato a prestare aiuto a chi ne aveva bisogno. Avete bloccato uno dei pronto soccorso più grandi d’Italia”, ha dichiarato Silvia.

La ragazza ha chiesto di intervenire sul tema della sicurezza. “Chiediamo maggiore sicurezza all’interno dei reparti. È indispensabile che ci siamo stabilizzazioni e nuove assunzioni, grazie di cuore e mai più fascismi”, ha gridato Silvia dopo aver salutato la piazza.

Manifestazione dei sindacati a Roma, il commento di Pierpaolo Bombardieri (Uil)

Pierpaolo Bombardieri, segretario della Uil, è intervenuto per offrire nuovi messaggi che vadano contro la violenza. “Senza le donne non siamo nulla, dobbiamo costruire un futuro migliore. Abbiamo la necessità di avviare un futuro diverso e possiamo farlo da una piazza come questa che è democratica. Se le manifestazioni si possono svolgere è grazie all’80% della popolazione che si è vaccinata, una maggioranza silenziosa che non spacca le sedi e che va in piazza in maniera pacifica. Nessuno può bloccare un Paese che vuole andare avanti”, ha dichiarato Bombardieri.

Il segretario della Uil chiede un intervento al governo per evitare altre situazioni violente. “Studiate, informatevi oppure siete in malafede. Adesso si intravede una via d’uscita, ma è necessario liberalizzare i brevetti. Non permettiamo che il vaccino disegni la nuova geopolitica sulla base delle somministrazioni e della produzione. Questa è la piazza del sindacato unitario” ha commentato il segretario della Uil. I lavoratori di Ilva, Carrefour e Whirlpool ha assicurato Bombardieri che non saranno lasciati soli, così come i dipendenti di Alitalia che sono stati mandati a casa visto. Buona parte dei lavoratori non farà infatti parte del nuovo progetto Ita.

Manifestazione dei sindacati a Roma, gli altri interventi

I movimenti che tutelano i diritti dei lavoratori chiedono la sicurezza sul lavoro per evitare i gravissimi incidenti avvenuti sul lavoro. I sindacati chiedono tutti a gran voce di eliminare i brevetti e permettere a tante persone nei Paesi poveri di vaccinarsi contro il Covid-19.

Manifestazione dei sindacati a Roma, le parole di Maurizio Landini (Cgil)

La parola è passata a Maurizio Landini, segretario della Cgil, che ha analizzato quanto accaduto. “Essere antifascisti serve per garantire la libertà di tutti e per rispettare i principi fondamentali della nostra Costituzione. Chiego al governo un aiuto importante, ringrazio pubblicamente Luigi e Pierpaolo, i segretari della Cisl e della Uil, che hanno capito subito la gravità di quanto accaduto. Il cambiamento deve avere un nome, c’è un’emergenza fondamentale che si chiama lavoro. L’obiettivo che tutti dobbiamo avere è uno solo e cioè piena occupazione e in totale sicurezza”, ha dichiarato Landini in piazza.

La piazza con oltre 100mila persone, secondo quanto dichiarato da Landini, è la testimonianza di quanto forte sia la voglia di evitare estremismi di ogni genere. “Chiediamo al governo e a tutte le forze politiche del Parlamento, dalla solidarietà si deve passare all’azione. È arrivato il momento di far sciogliere e togliere dal Parlamento quei partiti che sono vicini al fascismo. Non c’è solo violenza, è anche un regime reazionario di massa. Non bisogna dimenticare che nei cervelli delle persone sono penetrati quei messaggi che hanno rovesciato la democrazia classica. Con la conoscenza e la cultura si sconfigge il fascismo“, ha dichiarato Landini in piazza San Giovanni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli