Roma, manifesti per il centenario del fascismo affissi abusivamente

Manifesti per il centenario del fascismo affissi abusivamente a Roma
Manifesti per il centenario del fascismo affissi abusivamente a Roma

Negli ultimi mesi si è parlato molto del centenario della marcia su Roma che ha sancito la nascita del governo fascista in Italia. Nel 2022, nonostante le molteplici condanne al fascismo, purtroppo esistono ancora dei “nostagici” che hanno deciso di celebrare questo triste evento della nostra storia.

Manifesti per il centenario del fascismo affissi abusivamente a Roma

Dei manifesti abusivi sono stati affissi nella notta nella città di Roma Capitale. Sul lungotevere di viale Flaminio alle prime luci dell’alba di oggi, 27 ottobre 2022, gli abitanti di Roma si sono risvegliati ed hanno notato queste affissioni celebrative che riportano testualmente come titolo “1° centenario della marcia su Roma, 28-X-1922 – 28 X-2022“. La X è il numero romano che in numeri arabi equivale al dieci e sta ad indicare il mese di ottobre. Sui manifesti è poi scritto: “In marcia! Bisogna porsi delle mete per avere il coraggio di raggiungerle!“. Il tutto era firmato Benito Mussolini.

Le parole del sindaco Gualtieri

Il campidoglio, sede del comune della città di Roma Capitale, ha disposto immediatamente la rimozione di tutti i manifesti dalla città. Roberto Gualtieri, sindaco di Roma ha poi twittato: “Inaccettabili e vergognosi i manifesti abusivi per celebrare il centenario della marcia su Roma apparsi questa notte in alcune strade. Ho disposto la loro immediata rimozione. Roma, medaglia d’oro al Valore Militare per la Resistenza, è e sarà sempre antifascista“.