##Roma, Massima collaborazione Comune-Regione ma no proroga

Bet-Sis

Roma, 9 ott. (askanews) - Tre ore serrate di confronto tecnico tra Regione Lazio, rappresentata dall'assessore ai rifiuti Massimiliano Valeriani e Comune di Roma, con le new entry della Giunta Raggi Max Bugani, a capo dello staff della prima cittadina, e Valeria Allegro, che raccoglie dalla stessa sindaca la delega riconsegnata dalla dimissionaria Pinuccia Montanari. La Cabina di Regia sull'emergenza rifiuti della Capitale voluta dal ministro Sergio Costa, e convocata stamattina presso il ministero dell'Ambiente, permette a Comune e Regione di confermare "Massima collaborazione" per tentare di disinnescare la possibile crisi del periodo natalizio, ma lascia sul tavolo le principali incognite che incombono sulla città. Al momento infatti, ha spiegato l'assessore Valeriani al termine dell'incontro "l'accordo siglato con Marche e Abruzzo e la ripresa quasi totale degli impianti di Malagrotta fanno tirare un sospiro di sollievo", pertanto "ad oggi - secondo Valeriani - non c'è la necessità di prorogare l'ordinanza regionale", che spinge al massimo le potenzialità di trattamento dei rifiuti da parte degli impianti attuali. Se ce ne fosse la necessità, ha aggiunto Valeriani, "e il Comune o Ama dovessero presentarci tale necessità noi daremmo disposti a prorogare, se serve", ha aggiunto. Il cambio al vertice di Ama ha rallentato, di necessità, l'azione della Capitale ma, Bugani ha assicurato che l'amministratore unico di Ama Stefano Zaghis "ha un mandato chiaro. Nei prossimi giorni ci presenteremo con un piano industriale e le conferme sull'approvazione del bilancio che, ovviamente, sono fondamentali''. Bugani ha sottolineato lo spirito di collaborazione e precisato "ovviamente ci vorranno delle risposte chiare da parte dell'azienda", mentre sullo sfondo resta la chiusura senza appello, il 31 dicembre, della discarica di Colleferro, rispetto alla quale, a detta di Valeriani, il Comune di Roma "si è impegnato a trovare delle soluzioni-ponte per gestire la fase di transizione", essendo l'unica discarica di servizio su cui la Capitale possa contare, in particolare in un periodo dell'anno in cui la produzione di rifiuti aumenta fisiologicamente. Quanto alla possibile soluzione per arginare le conseguenze della chiusura, il 31 dicembre, della discarica di Colleferro, è stata ipotizzata la possibilità di mandare i rifiuti all'estero, una soluzione - per far fronte agli effetti che su Roma potrebbero scattare dal 1° gennaio prossimo - già avanzata nel luglio scorso che ora potrebbe concretizzarsi. Istituzioni al lavoro dunque per metter fine all'emergenza rifiuti nella Capitale e l'appuntamento è fra due settimane per tornare a discutere delle soluzioni a medio e lungo termine. L'assessore Valeriani ha spiegato che si tratterà di una riunione tecnica, anche se non si esclude la presenza del ministro dell'Ambiente Sergio Costa, del presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti e della sindaca di Roma, Virginia Raggi. Forse la novità principale di questa riunione della Cabina di regia è il rinnovato clima tra Comune e Regione: "costruttivo e collaborativo", secondo le parole di Valeriani, e "la volontà di trovare insieme soluzioni a medio e lungo termine", ha aggiunto, che significa "un piano industriale di Ama e la scelta di discutere delle soluzioni impiantistiche che servono alla città. Oggi c'era anche la nuova delegata della sindaca ai rifiuti e questo lo salutiamo come un fatto positivo, ci vuole qualcuno che se ne occupi h24". Anche per Max Bugani "il dato importante politico è che c'è grande spirito di collaborazione per arrivare a una soluzione. Ovviamente ci vorranno delle risposte chiare da parte dell'azienda (Ama, ndr) però, sottolineo, il ministro Costa la sindaca Raggi e il presidente Zingaretti stanno operando insieme per trovare le soluzioni", ha concluso.