Roma, Michetti: "Un attacco al giorno, ma porgo l'altra guancia"

·1 minuto per la lettura

Per le elezioni di Roma "ho fatto 100 giorni di campagna elettorale e ho subito 86 attacchi, finiti la sera stessa, quasi un attacco al giorno. Giorgia (Meloni ndr) ha candidato una persona moderata, con un passato da centrista. Mi rendo conto che tutto questo ha sconcertato". Lo ha detto Enrico Michetti, candidato del centrodestra a sindaco di Roma durante la conferenza stampa con i leader del centrodestra al Tempio di Adriano a piazza di Pietra. "Sono un cristiano cattolico vero, nonostante gli attacchi ho sempre porto l’altra guancia. Non me lo aspettavo ma l’ho potuto constatare materialmente", ha aggiunto il candidato. "Nel mio piccolo ho vissuto quello che ha vissuto De Gasperi, un mito assoluto e un grande statista. Quando si rivolse alla Conferenza di pace di Parigi disse: 'So che tutto è contro di me tranne la vostra personale cortesia'. Quell'uomo ricostruì il Paese e mise i presupposti per il boom economico’’, ha continuato.

"Credo che il centrodestra sia più unito che mai sotto un aspetto valoriale e anche cristiano cattolico. Abbiamo gli stessi ideali, amiamo la patria, rispettiamo le istituzioni, amiamo Roma, le regole", ha poi sottolineato Michetti. "Credo che in questa campagna tutto era contro di noi, tranne una coalizione unita, valoriale e questo non lo distruggeranno mai", assicura.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli