Roma, Montuori: sblocco recupero Pietralata era priorità

Sis

Roma, 15 ott. (askanews) - "Riuscire ad avviare finalmente uno dei progetti più importanti e complessi per rendere concreti i processi di recupero delle aree periferiche di Roma, era tra gli impegni prioritari sin dal mio insediamento. Un progetto bloccato da anni, che ha rischiato di essere 'vanificato' dal Piano Casa e che invece era fondamentale tenere insieme all'interno di una logica di coordinamento degli interventi perché rappresenta il vero significato della definizione 'rigenerazione urbana' ovvero riconnettere i tessuti urbani in zone che vedono finalmente realizzati servizi attraverso uno sguardo che può e deve essere sempre complessivo rispetto al contesto in cui va a incardinarsi". Lo spiega l'assessore capitolino all'Urbanistica Luca Montuori rispetto allo sblocco del Piano di recupero e rigenerazione urbana Print di Pietralata. Un quadrante, spiega Montuori, "che fa parte di un sistema complessivo fondamentale che tiene insieme la stazione Tiburtina, lo Sdo e da oggi il Print attorno allo sviluppo dell'anello ferroviario". Partiranno nella prima fase 14 interventi che finanzieranno 9 opere pubbliche (con un costo a carico dei privati di circa 15 milioni di euro); 3 opere di difesa idraulica; 3 opere di mobilità (lungo via di Pietralata); 3 opere del "polo servizi" (oggetto di concorso pubblico).