Roma, Mussolini (Civica): roghi e miasmi a v. Montestallonara

Sis

Roma, 10 set. (askanews) - "Cento ettari, l'equivalente di quasi 100 campi da calcio, continuano a bruciare da più di venti giorni a Via di Montestallonara, nella zona compresa tra Ponte Galeria e Via della Pisana. Cosa si celi dietro questa combustione misteriosa, che sprigiona dal territorio colonne di fumo e viene continuamente sedata dagli uomini della polizia municipale e della protezione civile capitolina, non è dato saperlo". Così Rachele Mussolini, consigliere comunale della lista civica Con Giorgia e Vice Presidente della Commissione Controllo, Garanzia e Trasparenza di Roma Capitale.

"Quello che è certo è che questi roghi, sicuramente di origine dolosa, potrebbero essere generati dalla presenza nel sottosuolo di immondizia interrata abusivamente, discariche di rifiuti indifferenziati e materiali di scarto proveniente dall'edilizia. Il risultato è che quest'area del XI Municipio è diventata una vera e propria terra dei fuochi in cui miasmi e odori nauseabondi mettono seriamente in pericolo la salute dei cittadini", aggiunge Mussolini.

"Salvo interventi inadeguati e inefficaci, però, la Sindaca si è guardata bene dall'affrontare la questione: su quest'emergenza zero indagini di sicurezza o tavoli tecnici per valutare l'impatto ambientale e individuare le modalità idonee a risolverla. Quello che sta accadendo è vergognoso: i cittadini sono addirittura privati del diritto di sapere se si trovano in una situazione di pericolo dovuta a inquinamento da sostanze tossiche. Intanto, però, l'amministrazione continua a esporli a questo rischio. E' anche per questo che, a breve, presenterò un'interrogazione urgente", conclude la consigliera.