Roma non ha posto per Gigi Proietti, le sue ceneri finiscono in Umbria

·2 minuto per la lettura
(Photo by Marilla Sicilia/Archivio Marilla Sicilia/Mondadori Portfolio via Getty Images)
(Photo by Marilla Sicilia/Archivio Marilla Sicilia/Mondadori Portfolio via Getty Images)

A oltre sei mesi dalla morte, avvenuta il 2 novembre scorso, Gigi Proietti non ha ancora trovato posto al cimitero di Roma. Prima lo scandalo cremazione, la sua bara ha rischiato di rimanere accatastata nei magazzini (sorte condivisa con centinaia di altri defunti), poi, riporta Repubblica, l'"esilio" in Umbria, a Porchiano del Monte. Qui, paese natale del padre dell'attore, sono finite le sue ceneri mentre la famiglia è in attesa di poterlo riportare a Roma, probabilmente al Verano, il cimitero degli artisti, dove sono sepolti, tra gli altri, Vittorio Gassman e Vittorio De Sica, da Alberto Sordi a Nino Manfredi, da Rino Gaetano a Edoardo De Filippo

VIDEO - Gigi Proietti, i murales a Roma: l'omaggio della città eterna

Calenda: "Mancata sepoltura Proietti è uno 'sconcio'"

"La mancata sepoltura di Gigi Proietti a molti mesi dalla sua scomparsa è uno 'sconcio'". Lo ha detto Carlo Calenda, candidato sindaco di Roma e leader di Azione, a Rainews 24. "Si è fatto a gara di retorica, si sono intitolati teatri e poi non si riesce a seppellire perché a Roma non si è in grado di tumulare i morti. Questo capita perché nella nostra città, da anni, si aspettano investimenti per costruire nuovi cimiteri, ha concluso Calenda. 

Proietti, sindaco Amelia: "Sue ceneri da noi? Non ne so nulla"

"Le ceneri di Gigi Proietti nel cimitero di Porchiano del Monte? Non ne so niente. Se le hanno portate qui, non mi hanno avvisata". Risponde così a LaPresse Laura Pernazza sindaco di Amelia e del piccolo comune di Porchiano del Monte dove, secondo indiscrezioni di stampa, sono custodite le ceneri del celebre artista, in attesa che si liberi un posto al Verano, a Roma.

Pd Lazio: "Raggi si vergogni e si dimetta"

"Virginia Raggi si vergogni si dovrebbe dimettere già solo per questo. Un insulto alla famiglia, un insulto alla città, un insulto alle tante persone che hanno sofferto in questo periodo e non riescono neanche a seppellire i propri cari. L'ennesimo esempio di una pessima amministrazione che Roma non merita più. Che schifo". Lo scrive in una nota il vicesegretario del Pd Lazio, Enzo Foschi, in relazione alla notizia delle ceneri di Gigi Proietti finite in Umbria perché non c'era posto a Roma.

VIDEO - Funerali Gigi Proietti, 'Perdoname Gi', le strazianti parole di Enrico Brignano

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli