A Roma i nuovi bus, Raggi: "Rinforziamo il servizio nelle periferie"

webinfo@adnkronos.com

La Sindaca di Roma Capitale, Virginia Raggi, insieme al presidente di Atac Paolo Simioni, all’assessora alla Città in Movimento Linda Meleo e al presidente del Municipio XIV Alfredo Campagna ha presentato questa mattina alla cittadinanza 11 nuove vetture del deposito di Grottarossa, che serviranno il quadrante nord-ovest della città. Questi mezzi fanno parte della flotta di 44 autobus arrivati in settimana nelle rimesse Atac, un’altra tranche del pacchetto dei 227 bus acquistati da Roma Capitale, tramite piattaforma Consip. Dopo l’arrivo ad agosto dei primi 80 bus, questi 11 Citymood vanno a rafforzare le principali linee a servizio del quadrante nord-ovest come a esempio la 49 (Piazza Cavour – Ospedale San Filippo Neri) e la 446 (Piazza Mancini – Cornelia). 

“Quando siamo arrivati -ha detto Raggi- Atac era un’azienda sull’orlo del collasso, stavano spingendo tutti per portarla in fallimento e svenderla ai privati. E noi abbiamo sempre pensato che non fosse giusto, perché per anni i romani hanno pagato per questa azienda che è un’azienda loro e visto che è stata mal gestita qualcuno pensava che potessero prenderla i privati e fare affari con i soldi nostri. Ecco noi ci siamo opposti, abbiamo lottato con le unghie e con i denti per tenerla a Roma e ai romani. Oggi Atac è un’azienda che sta rinascendo e stiamo iniziando a far funzionare il servizio. Arrivano autobus nuovi, questi sono stati costruiti specificamente per noi e sono 11 di uno stock di 227 di cui oltre 120 stanno già circolando per Roma. Alla fine di ottobre questi primi 227 saranno tutti in strada e ne abbiamo già ordinati altri 90. Entro la fine del mandato 700 autobus nuovi circoleranno per Roma, tutti fatti per noi romani. Mi faceva veramente piacere incontrarvi e farvi sapere che un pezzetto per volta i risultati stanno arrivando”.  

“Andiamo avanti nel nostro programma di rinnovo e rilancio del trasporto pubblico. Dopo Tor Bella Monaca, Corviale, Casal Bruciato e Acilia abbiamo consegnato i nuovi bus a Primavalle. Mezzi che miglioreranno l’affidabilità delle linee e i collegamenti di zona. In poco più di un mese sono arrivati ed entrati in servizio 124 nuovi autobus ed entro ottobre l’intera fornitura sarà completata. Ma non ci fermiamo: abbiamo appena ordinato altri 97 autobus attraverso la convenzione Consip e stiamo completando l’iter amministrativo per l’acquisto di altri mezzi”, ha aggiunto la Sindaca di Roma. 

 

“Continua il processo di risanamento – prosegue l’assessore alla Città in Movimento Linda Meleo – avviato sin dal nostro insediamento a sostegno dell’azienda di trasporto pubblico. Nel bilancio 2019 abbiamo messo a disposizione 30 milioni di euro per l’acquisto di nuovi mezzi e in variazione di bilancio abbiamo anticipato al 2019 altri 30 milioni destinati al 2020. Quindi in totale altri 60 milioni per nuovi autobus. Ingenti risorse tutte destinate al trasporto pubblico”. 

“Ringrazio tutti voi anche per aver pazientato in questi anni in cui l’Atac non è funzionata benissimo - aggiunge la Meleo - quest’oggi c’è una buona notizia per tutta la città, dei nuovi bus che arrivano e che servono per migliorare quello che voi tutti vivete ogni giorno, a partire dagli spostamenti tra casa e lavoro. Il nostro impegno non si ferma qui, abbiamo ordinato altri nuovi bus e dalla tarda primavera del prossimo anno ne arriveranno 100. Questo è il risultato concreto che potevamo salvare questa azienda pubblica, Atac è l’azienda della nostra città, dobbiamo tutelarla e questi nuovi bus servono a questo, ecco perché li abbiamo messi soprattutto nelle periferie. Il servizio sta cambiando, questi bus sono qui e sono tutti per voi”.  

Anche il presidente Atac Paolo Simioni commenta con soddisfazione: “Oggi è un giorno importante per l’azienda ma lo è soprattutto per i cittadini di Roma perché oggi si consolida la ripresa del servizio di superficie nella quantità e qualità che noi siamo in grado di garantire. Con questa ulteriore trance di mezzi abbiamo la possibilità di raggiungere i livelli di servizio attesi che i cittadini meritano di avere dopo anni di un servizio che non è stato all’altezza di quello che avrebbe dovuto essere. Questi autobus fanno parte di numero complessivo di 700 mezzi che Atac avrà a disposizione a partire dalla fine del 2020, con questi 227 l’anno prossimo saranno su strada ulteriori mezzi sia finanziati da Atac che da Roma capitale. Abbiamo ancora della strada da fare ma con oggi possiamo guardare con maggior fiducia al futuro di questa città e del suo trasporto".  

“Oggi è un giorno speciale sia per i creditori perché si vedono restituire la fiducia che ci hanno accordato con l’approvazione del concordato - aggiunge Simioni - ma è un giorno speciale soprattutto per i cittadini di Roma che per troppo tempo hanno dovuto subire un declino irreversibile del servizio che con la giornata di oggi noi riusciremo a invertire e riusciremo a consolidare la ripresa dell’offerta e della qualità del servizio. Entro il 2020 la flotta di Atac potrà giovarsi di 700 nuovi mezzi. L’Atac di oggi non è più l’azienda di ieri che viveva quasi solo fine a se stessa, ma è un’azienda economicamente sana, che ricerca sempre l’efficienza e l’efficacia e che assomiglia sempre di più all’azienda del domani".  

“Non possiamo che essere contenti di vedere nuovi mezzi per le nostre strade - chiosa il presidente del Municipio XIV Alfredo Campagna - è sempre bello vedere mezzi nuovi soprattutto nelle strade di periferia e noi siamo un municipio per gran parte di periferia. Certamente è bello vedere nuovi autobus ma è necessario che passino con più frequenza perché questo un po’ lo subiamo, soprattutto nella periferia più estrema".  

La fornitura di autobus prevede complessivamente 227 bus, 116 a gasolio (euro 6) da 12 metri e altri 20, sempre a gasolio da 10 metri. Le altre 91 vetture, da 12 metri, sono a metano. I mezzi sono a due e tre porte, hanno tutti la pedana manuale e il posto per i portatori di disabilità e contengono fino a 109 posti (i 12 metri a gasolio). Tutti i mezzi sono dotati di impianto antincendio, videosorveglianza, climatizzatori, sistema Avm di localizzazione e conta passeggeri, monitor multimediali e cartelli indicatori a led. I mezzi sono coperti da una garanzia di cinque anni.