Roma, ok Assemblea capitolina regolamento consulta disabilit -2-

Sis

Roma, 11 giu. (askanews) - L'obiettivo principale secondo la prima firmataria " stato quello di unire gli aspetti pi rilevanti legati alla partecipazione, alla democraticit, alla rappresentativit, alla trasparenza, alla mancanza di conflitto di interesse, tipici degli organismi di consultazione, con gli aspetti pi intrinsecamente connessi alle esigenze delle persone con disabilit e delle loro famiglie. Il Regolamento frutto di un lavoro lungo e partecipato, teso a rafforzare la forza operativa dell'organismo. La Consulta rappresenta e deve rappresentare per l'amministrazione un utile contenitore di contributi e di confronto con i cittadini e le loro organizzazioni".

Nel testo approvato dall'Assemblea capitolina prevista uniformit e armonizzazione tra i regolamenti, al fine di facilitare il dialogo, di rafforzare l'incisivit di tali organismi nel portare avanti obiettivi comuni. E' prevista l'iscrizione in Consulta (sia cittadina che municipale) delle associazioni rappresentative delle persone con disabilit e anche di singole persone con disabilit (o loro rappresentanti) con modalit operative diverse. Vengono disciplinati anche i momenti di ascolto e di coinvolgimento che la consulta pu mettere in atto nei confronti dei cittadini, ad esempio attraverso incontri pubblici. (Segue)