Roma: ok Aula a Bilancio: Lemmetti a Raggi: verifica assessorati -2-

Sis

Roma, 1 ago. (askanews) - "Per quanto mi riguarda è il terzo anno che mi occupo dell'assestamento e la crescita dell'attenzione che riservate a questi momenti di programmazione testimonia l'accresciuta maturazione della politica e della tecnica", ha ricordato l'assessore. Lemmetti ha rivendicato l'importanza del suo governo dei conti e della programmazione: "Sul titolo primo nel 2010 stanziava 3 miliardi 518 milioni, nel 2016, anno d'insediamento della Giunta Raggi, quella spesa è stata pari a 4 miliardi 247 milioni, con un incremento del 9% e nel 2018 4 miliardi 596. Quest'anno, al netto del maxi emendamento di giunta e degli emendamenti Roma capitale, stanziamo 5 miliardi 545 milioni, oltre 970 milioni, con un incremento percentuale del 3%. La percentuale gestita dai municipi si passa da 207 a 299 milioni di euro, 44% di incremento. Sul titolo secondo nel 2016 c'erano 347 milioni a rendiconto, nel 2017 316 milioni, nel 2018 c'è oltre l miliardo di euro con un aumento anche in questo caso delle assegnazioni ai Municipi".

Il messaggio di Lemmetti al termine della maratona d'aula "che oggi voglio lanciare a tutti, maggioranza, opposizione e Giunta, è chiaro: con il maxi-emendamento di Giunta mi sono ispirato alla politica del 'turarsi il naso' riconosciuta da Montanelli nel 1976 - ha spiegato -. Il nucleo dell'operazione è stato dare soldi cash dall'avanzo a tutti i Municipi sul titolo secondo, 20 milioni di ulteriori mutui ai municipi per ulteriore liquidità, abbiamo dato al Simu ulteriori risorse per progetti e abbiamo traslato al 2020 altri progetti del Simu mantenendoli all'interno della programmazione. Avremmo al termine del triennio progetti finanziati con mutui per oltre 560 milioni". Ma dopo l'estate la verifica sarà severa, anche perché Lemmetti non ha mancato di notare che la competizione elettorale si avvicina e con un bilancio più in ordine la Capitale torna appetibile per tutte le forze politiche, e con una valenza nazionale nella corsa al Campidoglio.

"Sarà anche vero che anche con la nostra gestione - ha ammesso Lemmetti, rispondendo alle critiche dell'opposizione - si creano debiti fuori bilancio". Parliamo di 8,9 milioni di avanzo d'amministrazione e oltre 19 milioni da mutui di cui una parte, criticata dalle opposizioni, per lavori in somma urgenza richiesti dalla Giunta Raggi. "Noi però - ha specificato Lemmetti - quando ci accorgiamo di averli creati, subito li riconosciamo e li paghiamo. Chi ci ha preceduti li ha semplicemente ignorati e scaricati sul futuro. Una differenza valoriale, etica, in cui sta la differenza tra quello che significa 'politica' per noi e per chi ci ha preceduto", ha detto.