Roma, ok Commissione a terza variazione Bilancio con spese Covid

Sis

Roma, 24 giu. (askanews) - Due milioni di euro per le disabilit gravissime, 4,7 milioni per un Fondo emergenza Covid a disposizione delle imprese della Capitale, finanziato anche con 60 milioni di economie dell'assessorato al Bilancio. E poi 12 milioni e 100, per il sostegno all'accesso a abitazioni in locazione, 2 milioni per la disabilit gravissime, 500mila euro allo Stato vaticano per il Fondo per l'assistenza ai pi poveri istituito da papa Francesco. Sono questi i principali numeri della terza variazione al Bilancio capitolino 2020-2022 presentata dall'assessore al Bilancio capitolino Gianni Lemmetti alla commissione capitolina Bilancio per l'espressione del parere. "Procediamo all'applicazione nel bilancio delle entrate a destinazione vincolata, di fondi provenienti da altri enti, sia per il 2020 sia per le annualit successive - ha detto Lemmetti -. Contemporaneamente abbiamo fatti una ricognizione del Titolo I, quello sottoposto a pi stress sull'annualit 2020, senza prevedere i fondi che ci arriveranno a seguito del decreto Rilancio, che saranno inseriti nella prossima variazione, che porteremo, visti i tempi, in assestamento". "Prevediamo, cos, una copertura da 3 milioni di euro gli interessi passivi di una potenziale anticipazione di tesoreria da 600 milioni, a fronte di una presunta entrata di fondi da Governo e altri enti da 700 milioni", ha spiegato l'assessore, che ha anche rivendicato di aver raggiunto l'obiettivo di 27 giorni di pagamento per i debiti commerciali. A fronte di 20 milioni di euro di nuovi investimenti, ha spiegato ancora Lemmetti, "con cui nel Titolo II si sono finanziati gli interventi ritenuti essenziali in ragione del Covid, gran parte sono rimodulazioni a saldo zero che ci consentissero di riprendere quello che non avevamo stanziato nel fondo pluriennale vincolato per cultura e urbanistica, e altri fondi che provenivano da segnalazioni di Municipi e dipartimenti". La Commissione ha espresso parere positivo con i 6 voti dei consiglieri del M5S presenti e la non partecipazione al voto dei tre consiglieri d'opposizione.