Roma, ok a nuovo regolamento contributi attività culturali -2-

Red/Cro/Bla

Roma, 8 nov. (askanews) - Inoltre, il regolamento, non solo aggiorna e armonizza le diverse normative che negli anni si sono succedute, ma introduce significativi elementi di innovazione che portano Roma a un livello di programmazione pari a quello dei grandi sistemi contributivi nazionali ed europei. Si introduce, infatti, stabilmente la possibilità di accedere a contributi pluriennali, fino a un massimo di tre annualità coerentemente con la pianificazione economica finanziaria dell'Amministrazione. Per gli operatori si apre quindi una nuova stagione: avranno la possibilità di accedere, attraverso il Regolamento, a forme di sostegno per realizzare i propri programmi sia come singole iniziative che come eventi e manifestazioni, rivolti alla cittadinanza e di rilevante interesse pubblico.

Altra importante innovazione per gli operatori: la soglia di contribuzione totale per i progetti si alza dal 70% all'85% del costo complessivo dell'iniziativa o del programma. E per la prima volta vengono disciplinati anche i vantaggi economici indiretti, come ad esempio agevolazioni rispetto agli adempimenti richiesti da altri Dipartimenti o facilitazioni previste da eventuali accordi con soggetti terzi.

(Segue)