Roma, oltre 13mila famiglie ancora in attesa dei Buoni spesa

Sis

Roma, 5 giu. (askanews) - Oltre 13mila famiglie che hanno richiesto l'aiuto alimentare del Comune di Roma a causa della crisi Covid sarebbero ancora in attesa della busta contenente i buoni spesa. Lo mette nero su bianco la dirigente del dipartimento Politiche Sociali Raffaella Modafferi in un accesso agli atti richiesto dal parlamentare di LeU e consigliere capitolino di Sinistra per Roma Stefano Fassina, di cui Askanews ha avuto visione.

Stando ai dati elaborati dagli uffici comunali, il canale di consegna delle 68.510 buste o autorizzazioni online di buoni spesa riconosciute come valide dall'amministrazione capitolina che ha registrato maggiori difficolt, quello di Poste italiane. A fronte di 41mila buste contenenti Buoni spesa consegnate dal Comune a Poste il 18 aprile, 11mila risultano ancora in giacenza.

La Polizia locale, che ha consegnato le buste come servizio volontario, ne ha ricevute dal Comune 10.800 il 9 aprile e ne ha consegnate circa 9.000, mentre circa 500 destinatari risultano non raggiungibili, trasferiti o simili. I buoni dematerializzati autorizzati attraverso la App di Edenred Italia erano 16.710: ne sono stati attivati 16.500 in quanto 201 erano riconducibili a doppie richieste.

"I dati sui buoni pasto, ottenuti attraverso l'accesso agli atti purtroppo confermano quanto avevamo segnalato sin dall'inizio alla sindaca Raggi - il commento di Stefano Fassina -. Era e rimane necessario coinvolgere attivamente e operativamente le associazioni di volontariato sociale, radicate nei Municipi, per la consegna dei buoni. Evidentemente se l'amministrazione avesse usato anche tali canali, oggi non avremmo oltre 13.000 buoni pasto in giacenza e tante famiglie disperate e senza alternative. Nell'emergenza - sottolinea il consigliere capitolino, promotore di Roma Ventuno - necessario assumersi responsabilit politiche che trovino adeguate procedure amministrative".