A Roma oltre 170 eventi per il 27 gennaio "Giorno della Memoria"

Red/Cro/Bla

Roma, 23 gen. (askanews) - Il 27 gennaio 1945 ha fatto conoscere al mondo e alla storia un abisso della civiltà, lo sterminio del popolo ebraico, dei Sinti e Rom, degli omosessuali, dei Testimoni di Geova e l'eliminazione dei deportati militari e politici nei campi nazisti. Anche quest'anno, a settantacinque anni dall'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, Roma ricorda quel giorno con il nuovo progetto di Memoria genera Futuro, giunto alla sua quarta edizione. Oltre a porre l'accento sulla memoria di questo orribile passato, il programma proposto dall'amministrazione capitolina presenta e promuove tante proposte incentrate sulle forme di trasmissione verso il futuro e le nuove generazioni.

L'iniziativa è ideata e promossa da Roma Capitale - Assessorato alla Crescita culturale, con l'assessorato alla Persona, Scuola e Comunità solidale e i rispettivi Dipartimenti e Sovrintendenza Capitolina ai Beni culturali, i Municipi, la Comunità Ebraica di Roma, la Fondazione Museo della Shoah, UCEI - Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, il Centro Ebraico Italiano - Il Pitigliani, l'Istituzione Biblioteche di Roma, il Teatro di Roma anche con i Teatri in Comune, l'Azienda Speciale Palaexpo, la Fondazione Musica per Roma, l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la Casa del Ricordo, la Casa del Cinema, e le associazioni della Casa della Memoria e della Storia (ANPI, ANED, ANEI, ANPC, ANPPIA, FIAP, IRSIFAR e Circolo Gianni Bosio).

(segue)