Roma: operazione antidroga a Ponte di Nona, 22 misure cautelari

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 23 mar. (askanews) - Una vera e propria piazza di spaccio gestita da una organizzazione criminale senza scrupoli, quella sgominata oggi dai Carabinieri della Compagnia di Tivoli, grazie ad un'articolata indagine coordinata dalla Dda di Roma. A fare da teatro a questa maxi operazione, il popoloso quartiere di Ponte di Nona, una delle periferie della Capitale, diventato negli ultimi anni, soprattutto nell'area delle case popolari, un vero e proprio market della droga a cielo aperto. I Carabinieri hanno accertato l'esistenza di una associazione criminale composta da quattro livelli, organizzati in maniera piramidale. I due capi e promotori, soggetti giovanissimi ma con un curriculum criminale di tutto rispetto, avevano creato un vero e proprio sistema in cui tutti gli operanti avevano un loro ruolo, come un grande ipermercato.

L'indagine, nata nel 2018, coordinata dalla Procura Distrettuale Antimafia di Roma, si è quindi conclusa con ben 44 indagati di cui 22 destinatari di misure cautelari limitative della libertà personale. Durante la fase investigativa, invece, l'attività ha consentito di arrestare 19 persone in flagranza di reato, denunciarne 3 a piede libero e segnalare come assuntori 34 individui, nonché di recuperare e sequestrare quasi 35 chili tra hashish, cocaina e crack.