Roma, Palumbo(Pd): Piano zona Castelverde è terra di nessuno

Sis

Roma, 30 ott. (askanews) - "Il Piano di zona Castelverde B4 è ancora terra di nessuno e rischia di trasformarsi in uno dei più gravi scandali della storia urbanistica di Roma. Questa mattina la commissione Trasparenza è tornata a trattare l'argomento e ha dovuto amaramente constatare che, a distanza di due anni dal nostro precedente intervento, sostanzialmente nulla è cambiato. I residenti della zona, come hanno raccontato anche i rappresentanti del comitato Cerquete 2003, sono ancora senza gli allacci di acqua e luce, le occupazioni abusive sono dilaganti e l'illegalità è generale. Praticamente nessun residente è ancora stato sanato dall'amministrazione comunale". Lo dichiara in una nota il presidente della commissione Trasparenza Marco Palumbo.

"La storia, in estrema sintesi è questa - prosegue Palumbo - il Piano di zona Castelverde nasce con destinazione a edilizia residenziale oltre 15 anni fa. Vengono realizzati 36 alloggi, molti dei quali venduti su carta. Chi allora pagò per comprare casa, oggi è ancora definito promissario acquirente, dal momento che non ha mai avuto modo di rogitare e diventare a tutti gli effetti proprietario dell'immobile in cui risiede. Questo perché, negli anni, il proprietario costruttore è fallito e la proprietà doveva essere acquisita dal Campidoglio. Si è dunque creata una situazione di assenza di proprietario degli alloggi. L'amministrazione comunale ha adottato provvedimenti per l'acquisto della proprietà, ma la concreta attuazione è ancora in stallo e Castelverde è terra di nessuno, con residenti abusivi e proprietari costretti ad allacciarsi alla luce del cantiere e a usare l'acqua del pozzo perché, da non regolari, non possono chiedere regolari allacci alla corrente. Come commissione Trasparenza abbiamo anche presentato un esposto alla Procura nel 2017, nonostante ciò abbiamo dovuto constatare che ancora tutto è fermo. Questa mattina, alla luce della vergognosa situazione di immobilismo dell'amministrazione comunale, invieremo una lettera al municipio e agli assessorati competenti perché predispongano un censimento sulla reale situazione a Castelverde. Facciamo appello alla Giunta comunale, oggi irresponsabilmente assente alla Commissione Trasparenza, affinché intraprenda celermente tutte le azioni necessarie alla regolarizzazione di questa inspiegabile situazione di irregolarità che si trascina da anni".