A Roma parte il restauro della Fontana delle Rane a Coppedè -5-

Red/Cro/Bla

Roma, 9 set. (askanews) - Negli spazi fra i gruppi scultorei si trovano quattro massi lapidei inchiavardati fra loro, sulla cui sommità poggiano una valva di conchiglia e un'ape, di berniniana memoria, colta nell'atto di suggere acqua; alla base dei massi si trovano coppie di vaschette semicircolari.

Intorno al bacino corre un marciapiede con ciglio in travertino, suddiviso in campi da fasce ortogonali in travertino; ogni campo è ornato da una losanga in travertino incassata in malta bituminosa e cemento.

A questa articolata macchina scultorea si contrappone il gioco delle acque: quella calma e stagnante del laghetto, gli spruzzi e i getti incrociati delle figure maschili e delle rane, le cascatelle delle valve di conchiglia, il velo del catino, l'esuberante getto superiore.