Roma, Pd: autista Tpl aggredito e licenziato. Raggi intervenga

Sis

Roma, 30 gen. (askanews) - "Nel mese di ottobre 2017 l'autista del bus della Roma Tpl Federico Maruca è rimasto vittima di un'aggressione mentre transitava con il mezzo di trasporto pubblico a Rocca Cencía. Oltre il danno anche la beffa. Dopo aver quasi perso un occhio, è stato licenziato dalla Autoservizi Troiani S.r.l. che gli ha mandato una raccomandata per comunicargli la risoluzione del rapporto di lavoro. Roma non può accettare questa grave ingiustizia. La Sindaca e l'assessore alla città in movimento e l'amministrazione capitolina intervengano a tutela del lavoratore". Così in una nota i consiglieri del PD capitolino Giovanni Zannola e Ilaria Piccolo "È inaccettabile che un lavoratore intervenuto per difendere passeggeri del bus da un'aggressione, da un uomo violento, oltre ad aver subito una menomazione fisica, ci rimetta la salute e il posto di lavoro - spiegano i consiglieri -. Non è possibile che l'amministrazione capitolina abbandoni, anziché tutelare, un lavoratore che ha prestato un servizio pubblico per suo conto. Presenteremo una mozione urgente affinché il Comune prenda provvedimenti per salvaguardare il posto di lavoro del sig. Federico Maruca nonché e la sicurezza e la dignità dei dipendenti del trasporto pubblico. Contro una decisione ingiusta e crudele esprimiamo tutta la solidarietà alla vittima dell'aggressione e come gruppo del PD in Campidoglio ci impegneremo affinché sia garantito il lavoro al dipendente che semplicemente svolto la sua mansione", concludono.