Roma, Pd-Civica: Raggi persevera con capriccio spiaggia Tiberis

sis

Roma, 31 lug. (askanews) - "Sbagliare è umano ma perseverare è diabolico diceva Sant'Agostino, evidentemente la Raggi non conosce questo detto e con Tiberis replica. Non le è bastato il flop dell'anno scorso. Uno spreco di soldi pubblici apprezzato solo da pochi intimi. Siamo infatti agli inizi di Agosto, e mentre nelle città europee le spiagge cittadine sono aperte da almeno due mesi a Roma i lavori sono appena iniziati. Come se la capitale non avesse già il suo lido sul mare. E quindi 'diamoci una spicciata' l'estate è già avanzata ma la sindaca rivuole la spiaggia sul Tevere". Così in una nota il gruppo capitolino del PD e la lista civica Roma torna Roma. "Quanto è costato ai romani il "capriccio" della Raggi dell'anno passato? - si chiedono i consiglieri - Nonostante le richieste formulate dalla Commissione Trasparenza la Raggi ha preferito tacere. Si parla di cifre che superano i 200 mila euro per una frequentazione bassissima, ai quali vanno aggiunti i costi per lo smantellamento ritenuti necessari visto che la struttura era stata ritenuta abusiva dal Mibac". "La scorsa stagione nella raccogliticcia struttura sotto ponte Marconi la stagione è iniziata il 4 agosto con tanto di indagine ancora in corso della Corte dei Conti - aggiungono -. Invece quando aprirà quest'anno di preciso non è dato ancora sapere. Dal gabinetto della sindaca sono in attesa di sponsorizzazioni, quelle stesse che dovranno attrezzare lo spazio è predisporre un cartellone degli eventi. Quanto tempo ci vorrà ancora? Invece di sprecare risorse economiche su imprese che già all'inizio sono in odore di fallimento la giunta 'grillina' impieghi le risorse per risolvere i semplici problemi quotidiani dei romani, trasporti, viabilità, rifiuti ecc. I romani sono sempre più sfiancati dal malgoverno pentastellato."