Roma, Pd: Multiservizi non riceve lavoratori, Raggi intervenga

Sis

Roma, 17 ott. (askanews) - "Sono due giorni che i lavoratori della società Multiservizi protestano sotto la sede della società perché si sono visti decurtare in modo immotivato lo stipendi del 30%. Il presidente Maurizio Raponi si rifiuta di incontrare i rappresentati dei lavoratori che legittimamente chiedono spiegazioni su quanto sta avvenendo. A fronte di questo diniego è necessario l'intervento urgente dell'assessore Lemmetti del direttore generale Giampaoletti o la stessa sindaca Raggi". Così in una nota il capogruppo del PD capitolino Antongiulio Pelonzi e la consigliera dem Valeria Baglio. "È inaccettabile questa chiusura verso i lavoratori che giustamente protestano per rivendicare il rispetto dei loro diritti. Quanto sta accadendo è inaccettabile - continuano dal Pd -. La decisione di Roma Capitale di interrompere i pagamenti verso la società Multiservizi a causa di un disservizio relativo alla raccolta dei rifiuti delle utenze non domestiche, penalizza oltre modo 4500 dipendenti che si sono visti erogare uno stipendio pari al 70%. Una decisione iniqua e incomprensibile che colpisce in modo indiscriminato i lavoratori senza che siano state realmente accertate le responsabilità di quanto accaduto. I dipendenti di Roma Multiservizi già penalizzati dalla giunta Raggi per la vicenda relativa alla gara a doppio oggetto ora si trovano ad essere ulteriormente danneggiati dagli errori dell'amministrazione capitolina e dell'azienda", concludono