Roma, Pd: Nuovo Au Ama chiede passo indietro su differenziata

Sis

Roma, 8 ott. (askanews) - "Da quanto indicato, il nuovo Amministratore Unico Stefano Zaghis Ama, chiede di fare un passo indietro circa l'organizzazione della raccolta differenziata, porta a porta spinta, sul territorio del Municipio VI, del X, e del ghetto, quartiere storico di Roma. E' una vera e propria disfatta perché tutto quello che era stato investito come risorse umane e quattrini pubblici per incrementare la differenziata (porta a porta) sui territori indicati, sono stati spesi inutilmente". Così in una nota il capogruppo PD Fabrizio Compagnone in Municipio VI "Le Torri".

Specialmente in Municipio VI, secondo Compagnone "ancora una dimostrazione che non sussiste una visione reale e oggettiva del territorio ma solo un avventurarsi in soluzioni estemporanee senza conoscere a fondo il tessuto sociale economico e culturale dei vari territori, per i quali si era avanzata un'idea "propagandistica" ed a tratti surreale, e lo scotto ancora una volta lo pagano i contribuenti".

"Ora, potremmo dire che glielo avevamo detto, per il bene comune, in maniera chiara e forte anche in sedi istituzionali come consigli e commissioni dedicati ma purtroppo non c'è stato nessun ritorno, nessuna presa di considerazione da parte della maggioranza nei confronti di chi il territorio e la situazione generale la conosce ed anche bene, sicuramente meglio di chi Governa, o prova a farlo, adesso", aggiunge il capogruppo. "Auspichiamo che per il bene dei cittadini tutti, chi deve farlo, riesca a trovare una soluzione definitiva per la raccolta dei rifiuti e il decoro della città di Roma e del Municipio VI che merita di più di mere azioni propagandistiche", conclude.