Roma, Pd: per Metro C definanziata un 'pagherò' di Toninelli

Sis

Roma, 31 lug. (askanews) - "Per l'assessore Meleo il definanziamento del prolungamento della metro C è 'una bufala'. Evidentemente fa finta di non capire, altrimenti sarebbe preoccupante. Infatti non chiarisce perché il prolungamento della Metro C viene definanziato oggi per poi in autunno, forse, firmare una nuova convenzione. Buon senso vorrebbe che prima si firma la convenzione e magari si prova a rafforzare anche la stazione appaltante: la società 'Roma Metropolitane' con ben 4 bilanci non ancora approvati. Si rischia di perdere mesi di progettazione con le talpe ferme sotto i fori imperiali. La bufala è quella dell'assessore Meleo che tenta ancora una volta di arrampicarsi sugli specchi senza avere in tasca alcuna certezza". Così in una nota il capogruppo del PD capitolino Giulio Pelonzi e la consigliera dem Ilaria Piccolo. Secondo i consiglieri Pd "Affermare che entro l'autunno verrà firmata la convenzione con il Mit che permetterà di inserire i fondi nel bilancio non rassicura, anzi disegna un quadro a tinte fosche contrassegnato da ulteriori incertezze. Se è cambiata la modalità di finanziamento perché l'amministrazione Raggi non si è assicurata per tempo la disponibilità dei fondi, anziché un ennesimo 'pagherò' firmato Toninelli e 'Governo del cambiamento'?", concludono.