Roma, Pd: Raggi spieghi sanificazioni Ama, aziende, sedi Vigili

Sis

Roma, 19 mar. (askanews) - "Dopo i casi di contagio registrati tra i lavoratori Ama siamo in apprensione per le condizioni di lavoro dei dipendenti della società capitolina. Ci arrivano segnalazioni sui ritardi nell'adozione di un piano sui servizi essenziali e risultano ancora aperti uffici per attività non indispensabili. Viste le comprensibili preoccupazioni dei lavoratori abbiamo predisposto quest'oggi un accesso agli atti. Abbiamo quindi indirizzato una richiesta di chiarimenti alla sindaca Raggi, agli assessori Lemmetti e De Santis e per conoscenza a Giampaoletti e Ottavianelli per conoscere cosa è stato messo in atto per la sanificazione dei locali e dei mezzi di Ama e di quelli delle altre aziende partecipate". Così in una nota le consigliere del Pd capitolino Valeria Baglio e Ilaria Piccolo. "Abbiamo anche chiesto il programma delle sanificazioni previste nei locali della Polizia Municipale e degli ambienti in cui sono operativi i dipendenti capitolini. Garantire i servizi minimi e ampliare il lavoro agile sui servizi comprimibili per ridurre il rischio di contagi è quanto prescritto nei decreti emanati dal Governo e va applicato anche alle aziende comunali. Appare pertanto paradossale mantenere l'accesso al pubblico nei Cimiteri Capitolini nonostante sia chiaramente vietato dal Dpcm dell'11 marzo. Per quanto riguarda i dipendenti di Ama si ravvisa la necessità ulteriore di istituire urgentemente un piano procedurale quotidiano, il frazionamento del personale nelle sedi delle zone e la riduzione al minimo (max 2), del personale impegnato nei mezzi aziendali. Infine va programmata la sanificazione su tutti i mezzi a conclusione dei turni di lavoro. Al momento purtroppo, ci risulta che il personale sta procedendo con un precario 'fai da te'".