Roma, Pd: serve un regolamento dei centri sociali per anziani

Cro/Ska

Roma, 22 lug. (askanews) - "In questi mesi molte commissioni delle politiche sociali sono state dedicate alla discussione della proposta del nuovo regolamento Centri Sociali Anziani avanzata dalla maggioranza M5S. Ci era stato raccontato che la stessa era stata presentata dopo un confronto serrato con le parti sociali. Scopriamo invece, dai presidenti dei centri e dai coordinatori municipali, che in molti casi non c'è stata alcun tipo di interlocuzione mentre in altri è stata solo parziale e sicuramente non sufficiente per superare le problematiche poste dagli "anziani" della città. Vista la necessità e l'importanza di dotarsi di un nuovo regolamento, che manca a Roma da 10 anni, l'approccio del Partito Democratico non è stato pregiudiziale. Abbiamo infatti colto con responsabilità la disponibilità della maggioranza a costruire un dialogo propositivo sulla proposta di delibera ma quanto continua ad emergere dagli ultimi incontri indica una sola via percorribile per consentire il superamento delle criticità (prima tra tutte il dualismo tra associazione e comitato di gestione dei centri): ricominciare da capo. Siamo pronti a dare il nostro contributo ma rimodulando una proposta, ad oggi, non emendabile. Auspichiamo che gli incontri che verranno abbiano questa ambizione. I centri sociali anziani sono luoghi della città, per la città. Vissuti intergenerazionalmente da vitalità, entusiasmo e saggezza. Dobbiamo per forza prendercene cura". Così in una nota gli amministratori del Partito Democratico che stanno seguendo gli sviluppi della proposta, i consiglieri capitolini Giulio Pelonzi e Giovanni Zannola, l'Assessore alle Politiche Sociali del I municipio Emiliano Monteverde, Sara Alonzi e Caterina Boca Presidenti della Commissione Politiche Sociali del III e del II Municipio.