Roma, Pd: su bilancio Ama tutto da capo, preoccupante

Sis

Roma, 24 set. (askanews) - "Sul bilancio Ama siamo di nuovo punto e a capo. Quanto sta accadendo, anzi meglio dire non accadendo, sul bilancio di Ama è preoccupante. L'impressione è che, dopo l'azzeramento traumatico del Cda presieduto dell'ex Presidente Lorenzo Bagnacani, nemmeno il nuovo consiglio di amministrazione sta ricevendo dal Campidoglio il supporto necessario. I giochi pericolosi dell'assessore Lemmetti e del direttore generale Giampaoletti stanno mettendo in ginocchio l'azienda capitolina e la città ormai regolarmente invasa dalla spazzatura. Dopo tre riscritture del bilancio 2017, oltre due anni di attesa e i pareri positivi dei revisori e del collegio dei sindaci sull'ultima versione, riproporre di nuovo i 18 milioni di crediti sulla posta dei cimiteri capitolini già accantonati sul fondo rischi, appare non solo farsesco ma addirittura offensivo. Una domanda sorge spontanea: Il Campidoglio tiene alle sue aziende e le vuole competitive, oppure usa escamotage per affossarle? Ad oggi il bilancio AMA 2017 è ancora appeso, quello 2018 si profila in profondo rosso e il 2019 è una chimera. Del piano assunzionale più volte annunciato dalla giunta e del necessario piano industriale si sono invece perse le tracce." Così in una nota la consigliera del Pd capitolino Valeria Baglio