Roma, Pd: su Casa Donne da Comune miope visione ragionieristica

·1 minuto per la lettura

Roma, 28 lug. (askanews) - "L'Amministrazione Raggi conferma la sua rigida visione meramente ragionieristica e il suo approccio contabile nei confronti della storia sociale della nostra città. Ieri l'Assessore Vivarelli ha confermato che la Casa internazionale delle donne dovrà rateizzare il suo debito con Comune di Roma, debito che è stato aggiornato alla cifra di 1 milione di euro. Un'operazione che certo non farà una piega dal punto di vista finanziario, almeno secondo l'idea amministrativa della Giunta 5 stelle, ma che non tiene conto della storia della Casa né del suo contributo sociale nella città di Roma. La sindaca Raggi pochi mesi fa annunciava, esaltata in un tweet, il raggiungimento della soluzione definitiva di questa vicenda. Oggi scopriamo che non solo non è così, ma si continua a percorrere una strada rigorosamente contabile che certo non può essere accolta favorevolmente da chi ha fatto della lotta sociale la sua bandiera e ora si ritrova ad essere trattata alla stregua di una attività commerciale. Nella speranza che la Giunta comunale possa tornare sui suoi passi, adeguando le scelte economiche ai contesti in cui vengono calate, esprimiamo nuovamente la nostra massima solidarietà e vicinanza alla Casa internazionale delle donne". Lo dichiarano in una nota le consigliere comunali Pd Giulia Tempesta, Valeria Baglio e Ilaria Piccolo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli