Roma, peculato sui buoni benzina: sospesi 2 poliziotti

Nav

Roma, 13 nov. (askanews) - "Si sono appropriati di parte dei buoni di benzina posti a loro diùsposizione per i servizi di scorta cui erano stati di volta in volta adibiti, attestando nei fogli di 'uscita automezzi' (compilati in ogni partenza e rientro) un chilometraggio superiore rispetto a quello effettivamente effettuato, un approvvigionamento di carburante maggiore, nonché - in un viaggio effettuato il 17 settembre - falsificando materialmente il foglio riferimento carburante facendolo apparire come riferibile a un collega (in realtà assente) e su altra autovettura". Per questo due agenti di polizia, assistenti capo addetti al reparto scorte della questura di Roma, sono stati sospesi per un anno dal servizio e sono accusati di peculato e falso materiale e ideologico.

Il provvedimento cautelare è stato firmaot dal gip Francesca Ciranna, la richiesta è stata fatta dai magistrati del pool reati in danno della pubblica amministrazione il cui coordinatore è l'aggiunto Paolo Ielo. Il giudice sottolinea come sia "concreto il pericolo di reiterazione del reato".