Roma, più di 47.000 verifiche su Taxi e Ncc dall'inizio dell'anno

Red/Cro/Bla

Roma, 14 dic. (askanews) - Proseguono i controlli della Polizia Locale di Roma Capitale nei confronti delle categorie del servizio pubblico, quali taxi e ncc, in particolare nelle aree di maggiore affluenza, come quella della stazione Termini. Un'attività di vigilanza finalizzata non solo a contrastare condotte irregolari e abusi ma anche a tutelare gli operatori che ogni giorno svolgono il proprio lavoro rispettando le regole.

Quest'anno, da gennaio a inizio dicembre, gli agenti del GPIT (Gruppo Pronto Intervento traffico) hanno svolto circa 47 mila verifiche su taxi e ncc che operano sul territorio capitolino, rilevando oltre un migliaio di violazioni: circa 3.400 gli accertamenti eseguiti nell'area della stazione Termini, con più di 500 irregolarità accertate (di cui una novantina nei confronti di ncc) solo in quella zona, dove sono stati inoltre sanzionati e sequestrati 6 veicoli che svolgevano servizio taxi in forma completamente abusiva e 4 perchè utilizzati impropriamente per esercizio dell'attività di ncc. 5 invece i provvedimenti di revoca emessi dal Dipartimento Mobilità di Roma Capitale e notificati dai caschi bianchi.