Roma: problemi di applicabilità in ordinanza Raggi su discarica

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 15 lug. (askanews) - Problemi "nell'applicabilità" della ordinanza varata nottetempo dalla sindaca di Roma Virginia Raggi per la riapertura della discarica di Roncigliano nel Comune di Albano laziale. Nel corso della riunione tecnica tenutasi nel pomeriggio presso il ministero della Transizione ecologica - cui hanno partecipato i dipartimenti competenti della Regione Lazio, di Roma Capitale e della Città metropolitana - sarebbe emerso infatti, a quanto si apprende, che ci sarebbe bisogno di una integrazione alla attuale autorizzazione Integrata ambientale Aia della discarica sulla quale Raggi ha poggiato la disposizione di utilizzo.

L'Aia attuale consente, infatti, l'utilizzo dell'invaso soltanto per i residui di trattamento dell'impianto Tmb pertinente che è andato distrutto da un incendio cinque anni fa. Nella ordinanza di Raggi, invece, si farebbe riferimento proprio a quella vecchia Aia che dunque non consentirebbe l'utilizzo dell'area per il trattamento in emergenza dei rifiuti della Capitale. Questo varco normativo consentirebbe, per di più, l'agibilità di eventuali ricorsi da parte degli enti locali limitrofi, contrari alla soluzione proposta dalla sindaca metropolitana.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli