Roma, pusher di cocaina arrestato dai carabinieri

red/gci

Roma, 19 mar. (askanews) - I Carabinieri della Compagnia Roma piazza Dante, nell'ambito dei servizi di controllo del territorio, anche per la verifica del rispetto delle misure urgenti imposte dal Governo per il contenimento della diffusione del Covid-19, hanno arrestato un ragazzo romano di 22 anni con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il ragazzo, residente a Guidonia, è stato sorpreso in via Tor dé Schiavi a bordo di un'auto, da cui ha consegnato un involucro ad una seconda persona che si è allontanata velocemente facendo perdere le proprie tracce. Il 22enne è stato bloccato e durante la perquisizione è stato trovato in possesso di una decina di dosi di cocaina pronte per essere vendute e 190 euro in contanti, ritenuto provento della sua illecita attività. Nei suoi confronti è scattata anche la denuncia a piede libero per l'inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità (art. 650 C.P.) per aver lasciato il proprio domicilio in assenza dei motivi ammessi dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.

Poco dopo, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma piazza Dante hanno controllato un cittadino romeno di 46 anni che stava camminando in piazza Sante Bargellini, zona Casal Bruciato. Ai militari, l'uomo ha riferito di essere uscito di casa per recarsi ad un vicino centro scommesse, ovviamente chiuso e si è procurato la denuncia a piede libero ai sensi dell'Art. 650 C.P.