Roma, Raggi a lavoratori partecipate: grazie ma dobbiamo risanar

Sis

Roma, 16 ott. (askanews) - "Migliorare i servizi ai cittadini, non svendere le aziende pubbliche dei romani ai privati e tutelare i posti di lavoro dei dipendenti onesti. Ho scritto una lettera aperta a tutti i lavoratori delle aziende partecipate di Roma Capitale: tre obiettivi da raggiungere insieme nell'interesse della città e di noi cittadini". Lo scrive la sindaca di Roma Virginia Raggi su Fb.

"Scrivo a voi dipendenti delle partecipate di Roma Capitale. Fin da subito voglio chiarire un punto: le aziende dei romani resteranno pubbliche e la mia amministrazione tutelerà i posti di lavoro. Le aziende pubbliche, ben gestite, possono funzionare meglio di quelle private. Allo stesso tempo sono convinta che alcune società debbano essere saldamente in mano pubblica perché perseguono l'interesse dei cittadini e non le logiche di mercato. E' necessario far quadrare i conti assicurando i bisogni della collettività - . Perseguire soltanto il profitto economico non garantisce i più deboli. Dobbiamo aiutare chi resta indietro. Riporto un esempio pratico, le linee periferiche dei bus non hanno gli stessi ricavi di quelle del centro ma ritengo che sia compito della amministrazione garantire il servizio di trasporto in tutta la città".

(segue)