Roma, Raggi: prorogare ordinanza regionale su rifiuti

Mpd

Roma, 9 ago. (askanews) - "Dopo l'ordinanza regionale che ha aperto gli impianti ai rifiuti di Roma Ama ha ripulito la città ma oggi da Ama ci arrivano dei segnali che non sono confortanti, in particolare le aziende che dovrebbero ritirare i rifiuti di Roma non li stanno ritirando o hanno ridotto le quantità. Altre strutture ridurranno o interromperanno le loro attività per diverse ragioni e non potranno aprire le porte ai mezzi di Ama". Così il sindaco di Roma, Virginia Raggi, che chiede "il pieno rispetto dell'ordinanza regionale sui rifiuti, che scadrà il 30 settembre, e la proroga anche per i mesi successivi proprio per permettere a tutte le aziende di fare manutenzione e adeguarsi a quanto disposto dalla stessa ordinanza regionale. Ognuno deve fare il suo". "Non è il momento delle polemiche - ha chiarito - ma serve la cooperazione di tutti. Ho chiesto ai miei uffici di lavorare senza sosta in questi giorni, anche a Ferragosto se necessario. Mi auguro che facciano lo stesso anche gli altri soggetti istituzionali coinvolti". "Dal punto di vista politico - ha spiegato Raggi - siamo tutti allineati, abbiamo capito che la collaborazione è fondamentale, il punto qui è tecnico: le aziende non stanno applicando l'ordinanza che è tuttora in vigore". "Si erano presi determinati accordi - ha chiosato - e gli accordi vanno rispettati".