Roma, Raggi: un’alternativa a discariche e inceneritore c’è

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 1 giu. (askanews) - La ex sindaca di Roma Virginia Raggi, in visita nei giorni scorsi con una delegazione di consiglieri e parlamentari M5S all'impianto di ossicombustione dei rifiuti di Gioia del Colle, con un post su Fb rivendica che "finalmente si apre il dibattito sulle tecnologie innovative, alternative all'inceneritore, è una piccola vittoria per tutti coloro che sono contrari all'utilizzo di progetti vecchi. Sono possibili tante soluzioni: dobbiamo solo studiarle bene". L'Italia e Roma, secondo Raggi "meritano il massimo della tecnologia" e la ex sindaca spiega che "durante i 5 anni di amministrazione ho messo in ordine i conti Ama, creando così un tesoro di 340 milioni di euro da utilizzare proprio per dotare il Lazio e Roma delle migliori tecnologie a livello mondiale". L'impianto, sottolinea Raggi "non può, ovviamente, prescindere dalla differenziata ma rappresenta un'alternativa concreta, versatile, ecologica ed economica alle discariche: pensate che un impianto che tratta circa 100 mila tonnellate costerebbe tra i 40 e i 50 mln di Euro, contro i 700 mln Euro preventivati per un inceneritore che tratterebbe circa 600 mila tonnellate". "Un'alternativa alle discariche c'è ed è innovativa, ecologica e non inquinante - conclude Raggi -: approfondiamo questi temi, non diamo nulla per scontato".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli