Roma-Raiola, da Kean a Bonaventura: ecco tutti gli affari in ballo

Francesco Balzani

Mino Raiola è ormai di casa a Trigoria. Il mega agente ha stretto, infatti, un legame forte con la dirigenza giallorossa. A testimoniarlo gli affari Manolas, Emanuelson, Kluivert, Luca Pellegrini e Mkhitaryan. E altri assistiti di Mino potrebbero trasferirsi nella capitale a breve. La lista degli affari in ballo tra l’agente e il ds romanista Petrachi è lunga.

BONAVENTURA-KEAN - Da tempo Petrachi ha messo gli occhi su Jack Bonaventura, che a giugno non rinnoverà il contratto col Milan e si libererà quindi a parametro zero. A trent’anni il centrocampista vuole cambiare aria anche perché tra infortuni e scelte tecniche in rossonero ha giocato solo 28 partite nelle ultime due stagioni. La concorrenza è alta visto che su Bonaventura si sono mossi anche Fiorentina, Napoli, Torino e Lazio, ma proprio i buoni rapporti con Raiola potrebbero mettere la Roma in pole. Poi c’è Moise Kean. Il 20enne ex Juve non ha trovato fortuna all’Everton e ha perso di nuovo il posto da titolare nonostante l’arrivo di Ancelotti. L’attaccante ha voglia di tornare in Italia e giocarsi le chance per l’Europeo. Fare coppia con Zaniolo sarebbe una mossa importante anche dal punto di vista mediatico e commerciale. Raiola e la Roma sono al lavoro, ma l’Everton vuole 28 milioni.

OLANDA - Da anni il mercato olandese ha visto Raiola sugli scudi: da Lozano a De Ligt passando per Kluivert. Tra i “nuovi” spunta Ryan Gravenberch, l’astro nascente del centrocampo dell’Ajax che a Mino ricorda tanto Pogba. Il ragazzo non ha nemmeno 18 anni e costa già 10 milioni. Raiola vorrebbe portarlo a Roma come trampolino per i top club tra qualche stagione. Un altro profilo sul quale la Roma sta lavorando da tempo è quello di Steven Berghuis, 28 anni, ala offensiva che sta facendo le fortune del Feyenoord

MKHITARYAN - L’Arsenal vuole non meno di 25 milioni che Petrachi giudica eccessivi visti pure i tanti acciacchi avuti da Mkhitaryan quest’anno. La mossa di Mino - che ha portato l’armeno a Roma proprio sul filo di lana del mercato estivo - è quella di prolungare il prestito di un’altra stagione stabilendo da subito una cifra per il diritto di riscatto.