Roma, rapinò farmacia portando via la cassa: arrestato

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 15 set. (askanews) - La sera del 15 marzo 2020, con il volto coperto e con la minaccia di una siringa, portò via da una farmacia il registratore di cassa con tutto il suo contenuto. Per questo è stato arrestato a Roma un uomo di 48 anni. A far scattare le manette sono stati i carabinieri della stazione Casalbertone, che hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare.

Quella sera di marzo dello scorso anno, nel pieno del lockdown, i militari arrivarono subito nella farmacia di via Tiburtina. E proprio gli investigatori dell'Arma trovarono dopo poco la cassa che era stata abbandonata dal rapinatore in fuga. La Sezione rilievi del nucleo investigativo di via In Selci - si aggiunge - ha consentito di esaltare la presenza di alcuni frammenti di impronte papillari utili.

I "frammenti" - si sottolinea - sono stati poi trasmessi ai carabinieri del R.I.S. di Roma, sezione dattiloscopica, per analizzarli e valutare la loro utilità a scopo identificativo. Quei "frammenti" introdotti nella Banca Dati Nazionale del Ministero dell'Interno, hanno consentito di verificare l'identità dattiloscopica corrispondente con quella dell'indagato.

Le indagini da parte dei carabinieri continuano - si spiega - per verificare se il soggetto si sia reso autore di altre rapine analoghe.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli